HOME - MAPPA DEL SITO - - RICERCA  

Organizzazione e organigramma della Soprintendenza

L'organigramma di seguito riportato è oggetto di modifiche a seguito degli accordi nazionali con le rappresentanze sindacali e le assegnazioni definitive a seguito della prossima mobilità nazionale; verranno inoltre riformulati gli incarichi dei responsabili d'area e individuati i responsabili delle sedi vacanti dopo gli adempimenti previsti dalla circolare 27 comma 6.

SOPRINTENDENTE: Cristina Ambrosini, Dirigente di livello non generale, Archeologo.

Il Soprintendente fissa gli indirizzi, promuove le iniziative, esercita i compiti propri del Dirigente secondo le norme vigenti, rappresenta all'esterno la Soprintendenza, assegna i compiti e i procedimenti ai Funzionari Responsabili delle unità organizzative, svolge le funzioni di Datore di Lavoro   ai   sensi   del   D.  Lgs.   81/2008,   emana   i   provvedimenti finali.

Responsabili Aree Funzionali (RAF) Funzionari competenti per territorio

I SERVIZI  DI  SEGRETERIA   RISPONDONO   DIRETTAMENTE   AL SOPRINTENDENTE

1)  SEGRETERIA   DEL SOPRINTENDENTE:

Segue i rapporti con l'esterno per conto del Soprintendente (agenda, appuntamenti etc.); Donatella Calzolari, Assistente Amministrativo Gestionale

Giuseppe Marin, Assistente Amministrativo Gestionale

2)  SEGRETERIA DEGLI AFFARI GENERALI E SERVIZIO PROTOCOLLO

Registrazione sul protocollo informatico ESPI della posta  in entrata  e in uscita.  Gestione  in entrata della posta elettronica  e della PEC della Soprintendenza.

SEDE DI VIA BELLE ARTI

Donatella Calzolari, assistente amministrativo gestionale
Giuseppe Marin, assistente amministrativo gestionale

SEDE DI VIA IV NOVEMBRE

Simonetta Lavecchia, assistente amministrativo gestionale
Patrizia Cassiano, operatore amministrativo gestionale
Luisella Calvelli, operatore amministrativo gestionale

SEDE DI FERRARA

Monica Aprile, assistente amministrativo gestionale
Focal Point: dott. Francesco Cinelli, Funzionario Informatico

3)  SEGRETERIA  DEI FUNZIONARI ARCHEOLOGI

Si incarica di smistamento posta in uscita per quanto riguarda il settore archeologia, educazione e ricerca ed ufficio esportazione, in particolare PEC e protocollazione in uscita per gli stessi settori; in caso di necessità supporta la segreteria del soprintendente

Alberto Stignani, assistente tecnico (si occupa anche dell'archivio delle pratiche archeologiche)
Siriana Zucchini, assistente alla fruizione (assegnata anche ai turni di vigilanza, collabora anche con l'ufficio mostre e l'ufficio esportazioni)

4)  SEGRETERIA  DEI FUNZIONARI ARCHITETTI

Si incarica dell'elaborazione della posta in uscita consegnata già perfezionata in tutte le sue parti tecniche e istruttorie dagli architetti, ivi compresa la raccolta degli eventuali elaborati; si occupa della definizione degli indirizzi dei destinatari del prowedimento e degli estremi dei prowedimenti di tutela. Si occupa della protocollazione in uscita. Lo svolgimento delle pratiche awerrà in ordine cronologico in base alla consegna della documentazione completa da parte degli architetti; nel caso venga segnalata per scritto l'urgenza deve essere indicato il termine entro il quale il prowedimento deve essere inviato. In tal caso avrà precedenza su pratiche che non presentano medesime caratteristiche di urgenza.. In caso di necessità supporta la segreteria degli affari generali e del servizio protocollo

Anna Marisa Stanzani, assistente amministrativo gestionale
Cinzia Fiocchi, assistente amministrativo gestionale
Sonia Baldazzi, assistente alla fruizione
Michele Degli Esposti, assistente alla fruizione
Monica Aprile, assistente amministrativo gestionale
Maria Revello, addetta ai servizi ausiliari

5)  UFFICIO MOSTRE

Responsabile Anna Stanzani, funzionario storico dell'arte
Elena Marconi, funzionario storico dell'arte
Siriana Zucchini, assistente alla fruizione
Federico Angelini, Ales Paola Bressan, Ales 


AREA  ORGANIZZAZIONE  E  FUNZIONAMENTO

Responsabile di Area: vacante (sulla base della circolare 5/2017 deve essere un funzionario amministrativo)

SETTORE MONITORAGGIO

Cura i monitoraggi periodici richiesti dal Segretariato Regionale per gli atti di tutela e i monitoraggi richiesti dalla direttiva di Il Livello della DGABAP

Responsabile: dott. Sara Campagnari

Collaboratori: Marco Montanari, Francesco Cinelli

UFFICIO  AMMINISTRATIVO

Cura la contabilità economica e amministrativa dei fondi assegnati alla Soprintendenza  in contabilità speciale e ordinaria.. E' responsabile dei costi di gestione e verifica i consumi delle utenze e i limiti di spesa dei provvedimenti di legge. Affidamento di incarichi, impegni di spesa, aggiudicazione di lavori e  servizi,  in  programmazione  ordinaria  e  straordinaria  gestiti direttamente    dalla    Soprintendenza     o delegati dal Segretariato Regionale competente per territorio, quando la Soprintendenza svolge le funzioni di Stazione appaltante. Verifica preliminarmente per gli impegni di spesa la disponibilità finanziaria, capitolo, anno finanziario., importi. Supporta e assiste le attività dei Responsabili del procedimento (DS n 4 dell'11/4/2007).  Svolge   le   funzioni   di   Ufficiale   rogante,   predispone   la   stesura   dei contratti, gli atti aggiuntivi, gli atti di sottomissione nuovi prezzi,  le  richieste  preventivi,  le procedure di affido secondo legge. Cura le procedure di Acquisti di Servizi e Forniture con procedura on-line MEPA Consip. Cura i pagamenti dei personale relativamente ai compensi accessori.

Responsabile: Maria Margherita, Funzionario Amministrativo, area terza F1

Collaboratori: Lucrezia Salandra, assistente amministrativo gestionale
Micaela Mignani, Assistente Amministrativo Gestionale
Cristina Turco, Assistente Amministrativo Gestionale

TRASPARENZA E ANTICORRUZIONE

Adempimenti in materia di Trasparenza e trasmissione atti alla Commissione di Garanzia e per la loro pubblicazione, operazioni di digitalizzazione documentale trasmissione telematica atti e provvedimenti

Collaboratori: dott. Sara Campagnari, funzionario archeologo; Marco Montanari , funzionario amministrativo (inserimento contratti per trasparenza)

UFFICIO ISPETTORI ONORARI

Si occupa anche della richiesta dei DURC quando non disponibili sulla piattaforma SICOGE.

UFFICIO MISSIONI

SEDE DI VIA BELLE ARTI

Valerio  Barbera,  addetto ai servizi ausiliari

Si occupa della modulistica e della lavorazione dei prospetti missioni con  inserimento  dati  e  documenti  di spesa.

SEDE DI VIA IV NOVEMBRE

Responsabile: Lucrezia Salandra, assistente amministrativo gestionale

Collaboratori: Patrizia Graziali, assistente  amministrativo gestionale

UFFICIO DEL CONSEGNATARIO

Consegnatario Giuseppe Marin, Assistente Amministrativo Gestionale 
Sostituto Consegnatario Tiziana Rolfini, Assistente Amministrativo Gestionale

Si occupa dei modelli 15, della gestione della cancelleria per la sede di via IV novembre, degli acquisti  in MEPA di beni mobili e materiale di facile consumo.

In caso di assenza di Tiziana Rolfini, la cancelleria per la sede di via IV novembre sarà distribuita da Rossi loie.

UFFICIO DEL PERSONALE

Gestione  del  personale  (nuove   immissioni   In   servIzIo,   part-time,   buoni   pasto), istruttoria distacchi e comandi, prestiti al personale, malattie, maternità, ferie, aspettative, contenziosi e provvedimenti disciplinari; sistema di rilevazione delle presenze; relazione al conto annuale; sistema GEDAP per le aspettative e i permessi sindacali; istruttorie per gli incarichi extraistituzionali e attività in conto terzi con registrazione all'anagrafe delle prestazioni; comunicazioni per scioperi; coordinamento, controllo e verifica servizio addetti alla vigilanza, servizio pensioni; controllo di gestione.

Responsabile: Silvia Martelli, Funzionario Amministrativo

Collaboratori: Cristina Azzaroli, funzionario informatico

Gina Olivieri, Assistente amministrativo gestionale
Maria Cataldo, Assistente Amministrativo Gestionale
Annamaria Ferrari, Assistente Amministrativo Gestionale

UFFICIO RELAZIONI SINDACALI

Responsabile:  Silvia Martelli,  Funzionario  Amministrativo

UFFICIO PENSIONI

Responsabile: Silvia Martelli, Funzionario Amministrativo

Collaboratori: Anna Maria Ferrari, assistente amministrativo gestionale

VIGILANZA ACCOGLIENZA E CENTRALINO

SEDE DI VIA BELLE ARTI

Angelo Biffoni, assistente alla fruizione
Emma Fabbri, operatore alla vigilanza
Siriana Zucchini,  assistente  alla fruizione

SEDE DI VIA IV NOVEMBRE

Salvatore De Giorgi, addetto ai servizi ausliliari
Marra  Ossi, addetta ai servizi ausiliari
Roberto Serafini, assistente alla fruizione
Katia Miele, assistente  tecnico
Sonia Baldazzi, assistente  alla fruizione
Michele Degli Esposti, assistente alla fruzione
Chiara Magalini, assistente alla fruizione

SEDE DI FERRARA

Monica Aprile, assistente amministrativo gestionale

ARCHIVIO CORRENTE E STORICO

Archiviazione, classificazione, posizionamento pratiche correnti, ricerca precedenti; gestione dell'accesso alla consulenza dell'utenza esterna e consultazione per motivi di studio; gestione archivio storico; collocazione materiale delle pratiche.

SEDE DI VIA BELLE ARTI

Responsabile dott.ssa Cinzia Cavallari, funzionario archeologo (in assegnazione temporanea alla Sabap di Ravenna).

CollaboratorI: Alberto Stignani, assistente tecnico

SEDE DI VIA IV NOVEMBRE

Responsabile: Silvana Parisi, funzionario  archivista

CollaboratorI: Giovanni Sarti, assistente  tecnico

SERVIZIO INFORMATICO

Cura il sistema informatico (fonia e dati) e la relativa gestione, il sito Web della Soprintendenza, gli acquisti hardware e software, le riparazioni, LAN e VPN tra le reti, servizio di telefonia Voip, la trasmissione e la raccolta dati informatizzati nei rapporti con il Ministero, il sistema di raccolta dei dati rilevabili dal protocollo informatico per monitoraggi, informatizzazione dei programmi di rilevazione e di valutazione della performance lavorativa. Focal Point.

Tiziano Ceconi, funzionario informatico
Francesco Cinelli, funzionario informatico
Claudio Corradini, funzionario informatico

In coordinamento tra loro, si occupano deglla realizzazione, gestione e manutenzione del sistema informativo.

UFFICIO PROMOZIONE  E COMUNICAZIONE

dott. Carla Conti, funzionario  per la promozione  e comunicazione

SETTORE DOCUMENTAZIONE (Ufficio fotografico - Ufficio grafico) ARCHIVIO FOTOGRAFICO  DI PALAZZO PEPOLI-CAMPOGRANDE

Responsabile: Corinna Giudici,  funzionario  storico dell'arte

ARCHIVIO  LASTRE FOTOGRAFICHE  BENI ARCHITETTONICI

Responsabile: Patrizia Farinelli,  funzionario  storico dell'arte

UFFICIO FOTOGRAFICO E GESTIONE ARCHIVI

Documentazione fotografica di supporto all'attività di tutela, supporto iconografico per pubblicazioni e opere monografiche della Soprintendenza; collaborazione a manifestazioni ed eventi (mostre, convegni, etc.).
Gestione archivi (diapositive - lastre - negativi - stampe) digitalizzazione di file analogici su supporto informatico, consultazione archivi per gli interni, per le attività di divulgazione e formazione e per l'utenza esterna (su appuntamento);

Responsabile per la parte architettonica e storico-artistica:Marco Matteuzzi, Funzionario per le tecnologie
Responsabile per la parte archeologica: Roberto Macrì, Assistente Tecnico

Collaboratori per interventi di digitalizzazione da supporti analogici fotografici: Calogero Laversa,  Operatore Tecnico
Fabrizio Valcarenghi,  Assistente  Tecnico

UFFICIO GRAFICO E GESTIONE ARCHIVI GRAFICI

Ideazione, realizzazione e lavorazioni grafiche digitali (DPT) per esposizioni, pubblicazioni e convegni. Gestione archivio disegni storico e corrente; accesso utenze esterne (studiosi e studenti).

Responsabile: Rossana Gabusi, Assistente  Tecnico

BIBLIOTECA

Gestione della biblioteca; acquisti; inventariazione e inserimento nel sistema bibliotecario Opac; preparazione di schede di consultazione; ricerche storico-archivistiche; collaborazione per studi e ricerche per eventi e pubblicazioni; attività redazionale per riviste QdS; assistenza alla consultazione     esterna e interna.

Morara Massimo, funzionario bibliotecario, responsabile biblioteca di via Belle Arti
Emma Fabbri, operatore alla vigilanza, collaboratrice in  particolare  per  la schedatura  dei libri

Moscatelli Patrizia, funzionario bibliotecario, responsabile biblioteca di via IV novembre

UFFICIO TECNICO

L'Ufficio  sviluppa  le  attività   di   attuazione   degli   interventi   di   cui   ai   piani   attuativi   di spesa ordinari e straordinari., cura l'uniformazione delle progettazioni degli edifici di via belle arti e via IV novembre, supporta le attività del RUP per gli aspetti relativi alta progettazione degli interventi. Si occupa degli adempimenti relativi alla sicurezza.

Mattia Bonassisa, Funzionario architetto

Dario Biondi, funzionario per le tecnologie, in organico al Segretariato Regionale.

UFFICIO TUTELA

L'attività dell'ufficio vincoli, con competenza trasversale, costituisce il presupposto dell'attività di tutela. Cura i procedimenti per le dichiarazioni dell'interesse culturale arti. 13, 14 del Codice; le verifiche dell'interesse culturale art. 12 del Codice; l'archivio informatizzato; l'aggiornamento delle tutele; il catalogo; i monitoraggi delle attività; il contenzioso (istruttorie per i ricorsi e relazioni per l'Awocatura dello Stato); le certificazioni; le denunce dì trasferimenti artt. 59-61 del Codice; le  segnalazioni all'autorità  giudiziaria  per  le  ritardate  denunce  di  trasferimento   ed  acquisto  in  via  di  prelazione ex art. 59-62 e per le alienazioni in assenza di preventiva autorizzazione; l'istruttoria delle tutele paesaggistiche in collaborazione con gli architetti funzionari; i rapporti col pubblico per le informazioni sulle tutele; procede alle ispezioni sul territorio. Cura le prescrizioni di tutela indiretta art. 45 del Codice.

TUTELA  BENI ARCHEOLOGICI

In particolare il settore archeologia cura i procedimenti di occupazione temporanea di immobili per l'esecuzione di ricerche e scavi archeologici, espropriazione ai fini archeologici, iscrizione al Demanio/patrimonio indisponibile di beni ritrovati, premi di rinvenimento, concessioni  di  ricerca  e scavo, possesso e detenzione di beni mobili e acquisizione di corpi e/o proventi di reato, beni da sequestro

Responsabile: Renata Curina, Funzionario Archeologo

Coordina le attività  dell'ufficio  tutela relative ai beni mobili,  segue  i procedimenti  collegati  ad indagini di Polizia Giudiziaria, cura i rapporti con il Nucleo Carabinieri Tutela  Patrimonio  Culturale,  è responsabile  del  magazzino sequestri.

Silvana Sani, assistente tecnico

TUTELA BENI ARTISTICI, STORICI E ARCHITETTONICI

Responsabile: Patrizia Farinelli, funzionario storico dell'arte

Collaboratori: loie Rossi, funzionario amministrativo (si occupa anche della gestione della cancelleria per la sede di via IV novembre in assenza di Tiziana Rolfini)
Oriana Minzoni, assistente amministrativo gestionale
Patrizia Graziali, assistente amministrativo gestionale
Chiara Magalini,  assistente alla fruizione

Per la sede di Ferrara: Laura lntelisano, funzionario amministrativo

EROGAZIONI LIBERALI

Responsabile: loie Rossi, funzionario amministrativo


AREA PATRIMONIO ARCHEOLOGICO

Responsabile di Area: 

Sviluppa le attività istituzionali peculiari della Soprintendenza sul territorio di competenza nelle proprie funzioni indicate ex lege (D.Lgs. 42/2004, nel DPCM 171/2014, DAI. 23.01,2016): procedimenti relativi ad interventi su beni culturali, Parte 11 del Codice (autorizzazioni, conferenze di servizio, sospensione dei lavori, vigilanza e sorveglianza, occupazioni temporanee, segnalazioni all'Autorità giudiziaria per interventi eseguiti in difformità o privi dell'autorizzazione, procedure sanzionatorie); istruttorie per ricorsi e relazioni all'Avvocatura dello Stato; monitoraggi delle attività.

Cura i monitoraggi delle attività dei Responsabili di zona al fine di osservare l'uniformità dei procedure   e   verificare   il   rispetto   dei   tempi   di   legge,   segnalando    i   casi   di   inerzia, cura i rapporti con il Segretariato Regionale e l'informativa ai Responsabili di zona su circolari e ogni utile informazione.

Tutela  archeologica  primaria  per  la  Provincia  di  Reggio  Emilia   sui   Comuni   di   Villa Minozzo, Toano, Castelnovo ne' Monti, Carpineti, Baiso, Casina, Viano, Castellarano, Casalgrande, Scandiano, Albinea, Vezzano sul Crostalo, Bibbiano, Cavriago, Montecchio Emilia, Sant'llario d'Enza, Campegine, Cadelbosco di Sopra, Gattatico, Castelnovo di Sotto, Poviglio, Gualtieri, Baretto, Brescello.

Tutela archeologica dei comuni di Casalecchio di Reno, Sasso Marconi, Grizzana Morandi, Pianoro, Monterenzio, Marzabotto, Monzuno, Loiano, Monghidoro,  San Benedetto Val di Sambro, Castiglione  dei Pepali, Vergato, Lizzano in Belvedere, Gaggia Montano, Camugnano, Castel di Casio, Castel d'Aiano, Alto Reno Terme.

Dott.ssa Sara Campagnari, funzionario archeologo

Tutela archeologica dei comuni di Comacchio, Ostellato, Navi di Modena, Carpi, Soliera, Nonantola, Campogalliano, Castelfranco Emilia, San Cesario sul Panare, Formigine, Castelnuovo Rangone, Spilamberto, Savignano sul Panare, Vignola, Castelvetro di Modena, Maranello, Fiorano Modenese, Sassuolo, Prignano sulla Secchia, Serramazzoni, Marana sul Panare, Guiglia, Zocca, Pavullo nel Frignano, Polinago, Pievepelago, Palavano, Montefiorino, Frassinoro, Riolunato, Lama Mocogno, Montecreto, Sestola, Fiumalbo, Fanano, Contese, Valsamoggia,  Monte San Pietro.

Dott.ssa Annalisa Capurso, funzionario archeologo

Tutela  archeologica primaria  per  la  Provincia  di  Reggio  Emilia sui Comuni di Ventasso, Vetto, Canossa, San Polo D'Enza, Quattro Castella, Reggio Emilia, Rubiera, San Martino in Rio, Correggio, Bagnolo in Piano, Novellara, Campagnola Emilia, Rio Saliceto, Fabbrico, Reggilo, Rolo, Luzzara, Guastalla.

Dott.ssa Renata Curina, funzionario archeologo

Tutela archeologica nella provincia di bologna sui comuni di Castel San Pietro Terme, Medicina, San Lazzaro di Savena, Ozzano dell'Emilia, Zola Predosa.

Dott.ssa Chiara Guamieri, funzionario archeologo

Tuela archeologica  dei comuni della provincia di Ferrara, esclusi Ostellato e Comacchio.

Dott.ssa Daniela Patrizia Locatelli, funzionario archeologo

Tutela archeologica del Comune di Bologna.

Collaboratori:

Dott. Luigi Malnati, Soprintendente

Tutela archeologica del Comune di Modena.

CollaboratorI: Donato Labate, assistente tecnico

Dott.ssa Valentina Manzelli, funzionario archeologo

Tutela archeologica dei comuni di Imola, Castelguelfo di Bologna, Dozza, Casalfiumanese, Borgo Tossignano, Fontanelice, Castel del Rio.

Dott. Tiziano Trocchi, funzionario archeologo

Tutela archeologica dei comuni di Bomporto, Camposanto, Cavezzo, Concordia sulla Secchia, Medolla, Mirandola, San Prospero, San Possidonio, San Felice sul Panare, Ravarino, Finale Emilia, Bastiglia, Crevalcore, Sant'Agata Bolognese, San Giovanni in Persiceto, Pieve di Cento, Galliera, Malalbergo, San Pietro in Casale, Varicella, Molinella, Budrio, Minerbio, Castenaso, Granarolo dell'Emilia, Bentivoglio, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale, Castello d'Argile, Argelato, Sala Bolognese, Anzola dell'Emilia, Calderaia di Reno, Castel Maggiore.

LABORATORIO  DI ARCHEOZOOLOGIA

Patrizia Farello, funzionario  bibliotecario


AREA PATRIMONIO ARCHITETTONICO

Responsabile di Area: Andrea Capelli, Funzionario Architetto

Sviluppa le attività istituzionali peculiari della Soprintendenza sul territorio di competenza nelle proprie funzioni indicate dalla legge; procedimenti  relativi  ad  interventi  su  beni  culturali; autorizzazioni, conferenze di servizio, contributi in conto interesse e in conto capitale, sospensione dei lavori, vigilanza e sorveglianza, segnalazioni all'Autorità giudiziaria per interventi eseguiti in difformità    o   privi   dell'autorizzazione,    procedure    sanzionatorie;   istruttorie    per   ricorsi e  relazioni  all'Avvocatura  dello  Stato;  certificazioni  per  agevolazioni  fiscali; certificazioni di buon esito per le imprese (S0A); gestione toponomastica; monitoraggi delle attività. Cura  i  monitoraggi  delle  attività  dei  Responsabili  di  zona  al  fine   di   osservare l'uniformità  dei  procedure  e  verificare   il   rispetto   dei   tempi   di   legge,   segnalando   i casi di  inerzia,  cura  i  rapporti  con  il Segretariato  Regionale e l'informativa ai Responsabili di zona su circolari e ogni utile informazione.

Arch. Keoma Ambrogio, funzionario architetto

Tutela architettonica e ambientale dei comuni di Ferrara e Comacchio.

Arch. Mattia Bonassisa, funzionario architetto

Tutela architettonica e ambientale dei comuni di Montefiorino, Montecreto, Palagano, Lama Mocogno, Sestola, Montese, Fanano, Riolunato, Piavepelago, Fiumalbo, Frassinoro, Vetto, Carpineti, Castelnovo Né Monti, Toano, Ventasso, Villa Minozzo

Arch. Andrea Capelli, funzionario architetto

Tutela architettonica e ambientale del comune di Bologna a sud della via Emilia; comuni di San Lazzaro di Savena e di Casalecchio di Reno.

Arch. Maria Luisa Laddago, funzionario architetto

Tutela architettonica e ambientale dei comuni di Albinea, Baiso, Canossa, Casalgrande, Casina, Castellarano, Quattro Castella, Reggio Emilia, Scandiano, San Polo D'Enza, Vezzano sul  Crostalo, Viano.

Dott. Leonardo Marinelli, funzionario per le tecnologie

Tutela architettonica e ambientale dei comuni di Modena, Campogalliano, Soliera, Comporto, Bastiglia, Ravarino, Nonantola, Castelfranco Emilia, San Cesario sul Panaro, Formigine.

Arch. Valentina Oliverio, funzionario architetto (in organico presso il Segretariato Regionale per l'Emilia Romagna).

Tutela architettonica e ambientale dei comuni di Bagnolo in Piano, Bibbiano, Baretto, Brescello, Cadelbosco di Sopra, Campagnola Emilia, Campegine, Castelnovo di Sotto, Cavriago, Correggio, Fabbrico, Gattatico, Gualtieri, Luzzara, Montecchio Emilia, Novellara, Reggiolo, Rio Saliceto, Rolo, Rubiera, S. Martino in Rio Sant'llario d'Enza, Poviglio.

Arch. Franca loie Pietrafitta, funzionario architetto

Tutela architettonica e ambientale dei comuni di Anzola nell'Emilia, Argelato, Baricella, Bentivoglio, Borgo Tossignano, Calderara di Reno, Casalfiumanese, Castel del Rio, Castelmaggiore, Castello d'Argile, Castiglione dei Pepali, Crevalcore, Fontanelice, Galliera, Loiano, Malalbergo, Minerbio, Monghidoro, Monterenzio, Monzuno, Pianoro, Pieve di Cento, Sala Bolognese, Sant'Agata Bolognese, San Benedetto Val di Sambro, San Giorgio di Piano, San Giovanni in Persiceto, San Pietro in Casale, Zola Predosa.

Arch. Gabriele Pivari, funzionario architetto

Tutela architettonica e ambientale dei comuni della provincia di Ferrara, escluso Ferrara e Comacchio.

CollaboratorI: Monica Bettocchi, Ales

Arch. Maria Gabriella Sposini, funzionario architetto

Tutela architettonica e ambientale del comune di Bologna a nord della via Emilia.

Arch, Emanuela Sterchi, funzionario architetto

Tutela architettonica e ambientale dei comuni di Novi, Concordia sulla Secchia, San Possidonio, Mirandola, Carpi, Sassuolo, Frignano sulla Secchia, Serramazzoni, Polinago, ,Savignano sul Panaro.

Arch. Francesca Tomba, funzionario architetto

Tutela architettonica e ambientale dei comuni di Cavezzo, Medolla, San Felice sul Panaro, Finale Emilia, Camposanto, San Prospero, Castelnuovo Rangone, Spilamberto, Fiorano, Maranello, Castelvetro di modena, Vignola, Marana sul Panaro, Guiglia, Pavullo, Zocca.

Arch. Paola Zigarella, funzionario architetto

Tutela architettonica e ambientale dei comuni di Budrio, Camugnano, Castel d'Aiano, Castel di Casio, Castelguelfo, Castel San Pietro Terme, Castenaso, Dozza, Gaggia Montano, Alto Reno Terme, Granarolo dell'Emilia, Grizzana Morandi, Imola, Lizzano Belvedere, Marzabotto, medicina, Molinella, Mordano, Monte San Pietro, Ozzano dell'Emilia, Sasso Marconi, Valsamoggia, Vergato.

Collaboratori:Margherita Costa, Architetto Ales
Luciano Messina, Conservatore dei Beni Architettonici ed Ambientali, Ales

SETTORE  BENI STORICO ARTISTICI

Cura le attività di Tutela dei Beni storico-artistici affidate alla Soprintendenza sul territorio di competenza nelle funzioni attribuite ex lege (D.Lgs. 42/2004, D.P.CM. 171/2014,

D.M. 23.01.2016). Certificazioni di buon esito per le imprese (SOA); Custodia coattiva di Beni e deposito; Furti. - Procedimenti relativi ad interventi su beni culturali, Parte 17 del Codice Prestiti per mostre; Commercio Beni; Collaborazione con I' Ufficio Vincoli; Armi, Monitoraggio delle attività, Furti. Certificazioni di buon esito per le imprese (SOA).

Patrizia Farinelli,  Funzionario  storico  dell'arte

Federico Angelini, Storico dell'arte Ales, sede di via Belle Arti, in supporto Paola Bressan , Storico dell'arte Ales, sede di via Belle Arti, in supporto Francesca  Caldarola, Storico  dell'arte Ales

Roberta  Giuliani, Storico dell'arte Ales

UFFICIO ESPORTAZIONE

Direttore Anna Stanzani, funzionario storico dell'arte
Innocenza  Russo, funzionario  amministrativo

In supporto Elena Marconi, funzionario storico dell'arte, area terza F1

Federico Angelini, Ales
Paola Bressan, Ales

Svolge gli adempimenti previsti dal Codice dei Beni Culturali e del  Paesaggio  in ordine al controllo  della circolazione in uscita e in entrata dei beni culturali dal territorio nazionale. A questo scopo può formulare, nel caso si ritenga che l'uscita del bene costituisca danno al patrimonio, il diniego alla circolazione, la proposta di Acquisto coattivo, la notificazione d'importante interesse. Nell'esaminare i beni presentati,  l'Ufficio esportazione  si avvale delle Commissioni di storici dell'arte e archeologi.

Documenti  che vengono rilasciati:

-  Attestato di libera circolazione  - ALC

Il documento è necessario per l'esportazione o la spedizione definitiva di oggetti o opere che abbiano più di 50 anni, di proprietà privata, che non siano stati dichiarati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali di interesse particolarmente importante o di eccezionale interesse. Ha validità tre anni dalla data di emissione, non rinnovabile. Tale autorizzazione può essere negata dall'Ufficio Esportazione, quando si riconosca il particolare l'interesse culturale del bene.

-  Licenza comunitaria  di esportazione  definitiva - LED

La licenza è necessaria per le esportazioni definitive dal territorio dell'Unione Europea di tutti gli oggetti e le opere che rientrano nel campo di applicazione del regolamento CEE, n. 3911/92, di cui all'allegato A del D.lgs.22/01/2004, n. 42.

- Attestato di circolazione temporanea - ACT

Consente l'uscita dal territorio nazionale, per mostre ed eventi culturali e per un periodo non superiore a 18 mesi, delle opere e dei beni che circolano all'interno dell'Unione Europea oppure che sono destinate a paesi terzi, ma non rientrano nel campo di applicazione del regolamento CEE, n. 3911/92, di cui all'allegato A del D.lgs.22/01/2004, n. 42.

-  Licenza di esportazione temporanea - LET

Consente  l'uscita dal territorio nazionale,  per mostre ed eventi culturali e per un periodo non superiore  a 18 mesi, delle opere e dei beni che escono dal territorio dell'Unione Europea  e che sono compresi nelle categorie stabilite dal regolamento CEE, n. 3911/92,  di cui all'allegato  A del D.lgs.22/01/2004, n. 42.

-  Certificato di importazione o spedizione temporanea - CAI o CAS

Attesta l'importazione (da un paese terzo) o la spedizione (da un paese membro dell'Unione Europea) di un'opera o di un bene culturale sul territorio nazionale. Ha validità di cinlnoque anni, rinnovabili su richiesta dell'interessato, nell'ambito dei quali è consentita la riesportazione dell'oggetto, previa verifica dell'Ufficio Esportazione e consegna del CAI o CAS originale.

-  Autocertificazione per l'arte contemporanea - AAC

Per l'esportazione o la spedizione di opere che abbiano meno di 50 anni o di autore vivente è sufficiente rilasciare un'autocertificazione, da consegnare all'Ufficio Esportazione, alla quale saranno allegate la fotocopia di un documento d'identità valido e la fotografia dell'oggetto. L'Ufficio, una volta protocollata l'autocertificazione, può verificare a campione gli oggetti.


AREA PAESAGGIO

Responsabile di Area: Leonardo Marinelli, funzionario per le tecnologie, area terza F4

Sviluppa le attività istituzionali peculiari della Soprintendenza sul territorio di competenza nelle proprie funzioni indicate ex lege (D.Lgs. 42/2004, nel D.P.C.M 171/2014, nel D,M. 23,01,2016) e dettagliate nel

D.S. dell'11/04/2011: procedimenti relativi a pareri ex art. 146 e 167, in materia paesaggistica, Parte lii del Codice nonché conferenze di servizio, procedure VIA, VAS, sospensione dei lavori, vigilanza e sorveglianza   area    di    tutela    paesaggistica,    vincolistica,    segnalazioni    all'Autorità giudiziaria per interventi eseguiti in difformità o privi dell'autorizzazione, procedure sanzionatorie); istruttorie per ricorsi e relazioni all'Avvocatura dello Stato; monitoraggi delle attività.

Bologna

resp. del procedimento: Capelli; resp. dell'istruttoria: Lo Forte Liliana
resp. del procedimento: Pietrafitta, Sposini; resp. dell'istruttoria: Noto Antonio
resp. del procedimento: Zigarella; resp. dell'istruttoria: Poluzzi Marco 

Modena

resp. del procedimento: Marinelli, Tomba
resp. dell'istruttoria: Poluzzi Marco

resp. del procedimento: Sterchi, Bonassisa
resp. dell'istruttoria: Noto Antonio

Reggio Emilia

resp. del procedimento: Laddago, Oliverio, Bonassisa
resp. dell'istruttoria: Frassinella Umberto

Ferrara

resp. del procedimento:  Keoma, Pivari


AREA PATRIMONIO DEMOETNOANTROPOLOGICO

Responsabile  di  Area: vacante

Sviluppa le attività istituzionali peculiari della Soprintendenza sul territorio di competenza nelle proprie funzioni e nell' ambito degli adempimenti previsti dalla normativa di tutela, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale demoetnoantropologico materiale ed immateriale e delle attività culturali ad esso attinenti.

Cura l'individuazione e I' identificazione della natura, provenienza, caratteristiche e rilevanza del patrimonio culturale demoetnoantropologico; svolge indagini e ricognizioni etnografiche nel territorio di competenza; cura la valorizzazione e la promozione del patrimonio culturale demoetnoantropologico, effettua la vigilanza sui beni demoetnoantropologici ed esamina progetti di ricerca presentati da terzi.

Cura I' inventariazione, la catalogazione e la documentazione di beni materiali e immateriali attinenti al patrimonio culturale demoetnoantropologico in collaborazione  con  il  Servizio Catalogo.

Sviluppa attività di ricerca scientifica e predispone strumenti di programmazione, organizzazione e tutela del patrimonio culturale demoetnoantropologica, nonché metodologie e tecnologie relative al rilevamento e registrazione, anche in riferimento al patrimonio etnomusicale e narrativo di tradizione orale.

Programma, promuove e organizza manifestazioni sul patrimonio culturale demoetnoantropologico materiale ed immateriale, inclusi eventi espositivi, convegni e seminari con .finalità scientifiche e divulgative in collaborazione con il Servizio Educazione e Ricerca.


AREA EDUCAZIONE  E RICERCA

(in base alla circolare 22 le sono attribuite le responsabilità relative a catalogo e restauro)

Responsabile di Area: Valentina  Manzelli, Funzionario  archeologo

Sviluppa le attività di competenza (D.M. 23 01.2016, art 4, comma 1, lettere g) ed h)) tra cui compiti  in materia di divulgazione, educazione, formazione  e ricerca  per la promozione  della  conoscenza del patrimonio culturale nel territorio di competenza, garantendo il necessario coordinamento con la Direzione Generale Educazione e Ricerca.

Coordina  le attività inerenti ai rapporti con:

a)  le scuole e le università
b)  i laboratori di restauro
c)  gli uffici catalogo

a)  Per quanto riguarda le collaborazioni con le università e le scuole queste si esercitano attraverso i progetti di attività scuola-lavoro (scuole superiori), i tirocinii e gli stages (facoltà universitarie e scuole di specializzazione). Tutte queste attività devono essere regolate tramite convenzioni; in tali convenzioni deve essere con chiarezza esplicitato che nessun onere deve gravare sulla Soprintendenza di Bologna e che l'ufficio non può garantire copertura assicurativa agli studenti, docenti e operatori coinvolti; l'ufficio può solo garantire l'attività di tutoraggio ad opera di propri funzionari e operatori (restauro, fotografia), concordata precedentemente con il soprintendente e compatibilmente con altri impegni d'ufficio. Il responsabile d'area terrà un regesto delle convenzioni in atto a fini di rendicontarne la Direzione Generale Educazione e Ricerca e dovrà quindi esserne informato.

b)  I restauratori si organizzano in base alla disponibilità di laboratori ed attrezzature: in particolare il laboratorio di Bologna, archeologia, in via Belle Arti è così costituito:

Responsabile: Mauro Ricci, Funzionario Restauratore Conservatore

Collaboratori: Virna Scarnecchia, Funzionario Restauratore Conservatore
Micol Siboni, Assistente  tecnico
Monica Zanardi,  Assistente tecnico

Quello ospitato presso il Museo di Modena è organizzato da: Roberto Monaco,  assistente  tecnico, area seconda F5

Per quanto riguarda i Beni Artistici e Storici

Maria Grazia Gattari, funzionario restauratore conservatore
Direttore del Centro di Sassuolo.

Competenza territoriale sul restauro di beni mobili storico artistici situati nella provincia di Modena. Collabora con la dott.Gattari  la sig. Tiziana Rolfini.

Monica Vezzanì,  funzionario  restauratore conservatore
Competenza territoriale sul restauro dì beni mobili storico artistici situati nella provincia dì Bologna e Ferrara.

Anna Selleri, funzionario restauratore  conservatore
Competenza territoriale sul restauro dì beni mobili storico artistici situati nella provincia dì Reggio Emilia. Monica Vezzanì e Anna Sellerì sono tuttora gestite a livello dì ufficio personale dal Polo  Museale dell'Emilia Romagna

c)  L'attività dì catalogo sì esplica attraverso l'ispezione sul territorio, la programmazione dì nuova catalogazione e/o la revisione e l'informatizzazione delle schede esistenti, gli incarichi ai collaboratori esterni, l'applicazione del SIGEC, nuovo sistema informatico predisposto dal FICCO; cura i monitoraggi delle attività  e dello stato della catalogazione.

Ufficio del Catalogo per quanto riguarda i beni archeologici: responsabile dott. Valentina Manzellì Ufficio del Catalogo per i beni Architettonici e Ambientali:  dott. Patrizia Farinelli

Per quanto riguarda il Catalogo dei beni artistici e storici la situazione rimarrà congelata fino ad accordi dì gestione con il Polo Museale dell'Emilia Romagna e il Complesso Autonomo Estense, titolari fisicamente della documentazione pregressa sia a livello dì schede che dì vincolo

Marco Montanari, funzionario  amministrativo
Cura l'organizzazione e la promozione dì eventi nelle aree archeologiche, il marketing e la ricerca dì sponsor.


AREA SISMA

Tale area non è riconosciuta in base alla circolare 27; si è chiesto alla superiore Direzione Generale di mantenerla in via eccezionale perché corrisponde a funzioni a suo tempo definite dopo il sisma del 2012 in base a precisi accordi con la regione Emilia Romagna

Responsabile di Area pro-tempere: Keoma Ambrogio, funzionario architetto

Svolge attività di coordinamento sulle istruttorie connesse ai progetti di restauro inerenti edifici colpiti dal sisma del 2012 e seguenti, con particolare riferimento alla distribuzione dei compiti tra le differenti competenze coinvolte dai singoli progetti. Cura i rapporti con la Regione Emilia Romagna e tutti gli enti interessati da beni danneggiati al fine della definizione dei piani annuali di ricostruzione e di ogni altra attività connessa al sisma. E' delegato alla partecipazione in sostituzione del Soprintendente al tavolo della Commissione Congiunta per l'approvazione dei progetti di ricostruzione di cui al Programma Opere Pubbliche e Beni culturali approvato dalla Regione Emilia Romagna. Dialoga con il direttore del centro di raccolta di Sassuolo per gli spostamenti che riguardino beni oggetto di interventi di ricostruzione al fine di facilitare la programmazione dei lavori di restauro dei beni mobili contenuti nel centro di raccolta.

I funzionari si occupano del sisma in base alla suddivisione  dei comuni di competenza.