HOME - MAPPA DEL SITO - - RICERCA  

Restauro

Il Laboratorio di Restauro della Soprintendenza ha sede nei locali dell'istituto stesso.

L’attività del Laboratorio, secondo i principi e le indicazioni teoriche e metodologiche degli Istituti centrali del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, è tesa al restauro e conservazione dei beni archeologici con interventi diretti su manufatti ceramici, metallici, vitrei, lapidei, musivi, in stucco e intonaci. In seguito all’affinamento delle tecniche di scavo e recupero archeologico, non sono rari interventi conservativi di reperti o manufatti di origine organica o polimaterici, quali tessili, pelle e cuoio, legni, osso e avorio.

Accanto all’attività di laboratorio, i restauratori della soprintendenza offrono consulenza sul campo, con interventi di prelievo di reperti, restauro e conservazione nel cantiere archeologico.

Il Laboratorio svolge anche consulenza e assistenza per movimentazione dei reperti, allestimento e disallestimento di mostre ed iniziative espositive, monitoraggio delle condizioni ambientali di conservazione ed esposizione dei beni di interesse archeologico.