HOME - MAPPA DEL SITO - TERRITORIO - RICERCA  

Giornata del Paesaggio

Martedì 14 marzo 2017, dalle 9 alle 11, Soprintendenze aperte

I funzionari della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara illustrano al pubblico le procedure e il lavoro di tutela del paesaggio

BOLOGNA, via IV Novembre 5 - info 051 6451311
FERRARA, via Praisolo 1 - info 0532 234100
ingresso libero

Il paesaggio è parte integrante del patrimonio culturale del nostro Paese, il prodotto di un processo di accumulazione e stratificazione misurabile in generazioni. Come e più che in altri paesi, questo patrimonio immenso, universalmente riconosciuto per la sua unicità, è un elemento fondativo dell’identità nazionale che incide profondamente sulla qualità della vita individuale e collettiva degli italiani.
Saperlo salvaguardare significa non solo preservarne la storia e la memoria ma consegnare alle generazioni future la cultura di un uso consapevole del territorio e la capacità di agire secondo i dettami di uno sviluppo sostenibile. Lo dice anche l’articolo 9 della Costituzione che, nel prescriverne la tutela, sancisce di fatto il diritto alla storia e alla bellezza dei cittadini di oggi e di domani.
Sentinelle e presidi di questa tutela sono anche le Soprintendenze che, pur tra mille difficoltà e scarsità di risorse, riconoscono e custodiscono questo straordinario bene pubblico.

In occasione della prima Giornata Nazionale del Paesaggio, istituita nel 2016 dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio di Bologna aderisce al progetto “Soprintendenze aperte” aprendo al pubblico i propri uffici per illustrare ai cittadini le procedure relative al paesaggio e il complesso lavoro di tutela di questa straordinaria eredità materiale della nostra storia. Appuntamento dalle 9 alle 11 nella sede di Bologna, via IV novembre 5, e al Centro Operativo della soprintendenza di Ferrara, via Praisolo 1.

A seguire (dalle 11 alle 13, solo nella sede di Bologna) i funzionari della soprintendenza si confronteranno sul tema “Paesaggio: procedure e orientamenti”, approfondimento sulle procedure autorizzative art. 146 e DPR 139, sulle procedure di compatibilità paesaggistica art. 167, sulle sanatorie e i condoni, e sugli orientamenti tecnico-culturali. Il coordinamento è affidato all’arch. Leonardo Marinelli

Il 14 marzo 2017 si celebra la prima Giornata nazionale del Paesaggio istituita, nello spirito della Convenzione Europea del Paesaggio, con Decreto ministeriale n. 457 del 7 ottobre 2016, al fine di richiamare il paesaggio quale valore identitario del Paese e trasmettere alle giovani generazioni il messaggio che la tutela del paesaggio e lo studio della sua memoria storica costituiscono valori culturali ineludibili, premessa di un uso consapevole del territorio.
"Una giornata importante -dichiara il Ministro Franceschini- voluta dal MiBACT per sottolineare l'importanza del Paesaggio italiano e la necessità di conoscerlo, proteggerlo e valorizzarlo. Tutelare il paesaggio significa difendere il territorio e l'ambiente e promuovere quindi un modello di sviluppo sostenibile anche attraverso un turismo attento e consapevole della straordinaria varietà che offrono i paesaggi italiani"
La Giornata nazionale del Paesaggio (che si celebrerà ogni anno il 14 marzo) si sviluppa con iniziative sull'intero territorio nazionale tese a continuare e approfondire la riflessione sulla cultura del paesaggio, diffondere la conoscenza del suo significato e la consapevolezza del suo valore.
In questa occasione sarà consegnato per la prima volta il Premio Nazionale del Paesaggio, un importante riconoscimento che il MiBACT attribuisce agli attuatori di buone pratiche per la qualità del paesaggio e della vita delle comunità locali, capaci di testimoniare le potenzialità del Patrimonio culturale del nostro Paese attraverso la creazione di economie sostenibili e la diffusione e la divulgazione di valori etici e culturali, in coordinamento con le procedure previste per il Premio del Paesaggio del Consiglio d'Europa, giunto quest'anno alla sua V edizione. Il Premio Nazionale del Paesaggio, che avrà cadenza biennale, verrà conferito al progetto che costituisce la candidatura italiana al Premio del Paesaggio del Consiglio d'Europa.

Per promuovere la Giornata nazionale del Paesaggio, tutti gli Istituti e tutti i luoghi della cultura del MiBACT hanno organizzato attività utili a costruire un'offerta culturale ricca e variegata e a dare massima diffusione alla manifestazione. Oltre alla consegna del Premio Nazionale del Paesaggio (che si terrà a Roma con il coordinamento del Segretariato Generale in collaborazione con le Direzioni Generali coinvolte e con la Segreteria dell'Osservatorio Nazionale del Paesaggio), sono previste le iniziative "L'arte racconta il paesaggio", con la quale i grandi musei e parchi archeologici metteranno in primo piano un'opera della collezione o del sito, direttamente o indirettamente evocativa del tema del paesaggio, per farla riscoprire al pubblico in un'ottica originale, e "Soprintendenze aperte", con cui le Soprintendenze aprono i propri uffici mostrando le procedure relative al paesaggio per avvicinare il cittadino al complesso lavoro della tutela.
Tutti gli eventi promossi da musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, uffici e istituti del MiBACT saranno pubblicati sul sito istituzionale.

Pagina a cura di Carla Conti

Locandina_paesaggio_BOLocandina_paesaggio_FEFoto di Iago Corazza