HOME - MAPPA DEL SITO - TERRITORIO - RICERCA  

Chi Siamo

La Soprintendenza Archeologia, belle arti e  paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara è un organo periferico del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Svolge, sul territorio di competenza, i compiti istituzionali di tutela e valorizzazione dei beni archeologici, architettonici  e paesaggistici, sia di proprietà pubblica che privata, secondo le disposizioni contenute nel Codice per i Beni Culturali e del Paesaggio, approvato con decreto legislativo numero 42 del 22 gennaio 2004, così come modificato dal D. Lgs. 24 marzo 2006, n. 156 e D. Lgs. 24 marzo 2006, n. 157 nonché dal D. Lgs. 26 marzo 2008, n. 62 e D. Lgs. 26 marzo 2008, n. 63 DL.gs70 del 13 maggio2011. L'ufficio è stato istituito con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 29 agosto 2014, n. 171 recante il Regolamento di organizzazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

E' il principale riferimento legislativo che attribuisce al Ministero per i Beni e le Attività Culturali il compito di tutelare, conservare e valorizzare il patrimonio culturale del nostro Paese.

La Soprintendenza è organizzata in uffici e sezioni ai quali sono affidati diversi compiti che si concretizzano nelle seguenti attività:

  • tutela, catalogazione, vigilanza, ispezione, protezione e conservazione del patrimonio architettonico, storico, artistico ed etnoantropologico riconosciuto di interesse culturale ai sensi della normativa vigente;
  • cooperazione con le Amministrazioni locali per la definizione degli indirizzi e criteri riguardanti le attività di tutela, valorizzazione, recupero, riqualificazione, vigilanza e salvaguardia dei valori del paesaggio e per la gestione dei relativi interventi;
  • progettazione e direzione dei lavori di restauro del patrimonio architettonico, artistico e paesaggistico con: finanziamenti Ministeriali , della U.E. e della Regione Emilia Romagna;
  • promozione e valorizzazione del patrimonio tutelato - anche in collaborazione con l'Università, Enti Locali e Associazioni presenti sul territorio di competenza - attraverso la cura di pubblicazioni e l'organizzazione di iniziative culturali. La Soprintendenza è inoltre impegnata nella diffusione presso gli studenti ed i cittadini di una "cultura della conservazione e della conoscenza" dei beni culturali, obiettivo a cui è particolarmente dedicata l'attività dei Servizi Educativi;